In primo piano

Disturbi respiratori: la spirometria, prezioso esame diagnostico per accertamenti e prevenzione

Si celebrano il 26 maggio la Giornata nazionale del respiro e la Giornata mondiale contro il fumo. 

26 maggio 2019

Una iniziativa che si ripete ogni anno con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica, le istituzioni e i media nei confronti delle patologie respiratorie, dei fattori di rischio (il fumo è ovviamente tra i principali) e delle misure di prevenzione.

E proprio a proposito di prevenzione, nel caso specifico delle patologie di carattere respiratorio è importante sottolineare come l’esame imprescindibile, per avviare un percorso di conoscenza dello stato di salute dei propri polmoni e del proprio apparato respiratorio, è l’esame spirometrico.
Quest’ultimo è un esame semplice, ripetibile e non invasivo che consente nel misurare i volumi e la velocità con cui l’aria entra e esce dall’apparato respiratorio; estremamente utile nella diagnosi e nella gestione di molte delle malattie respiratorie, permette anche di individuare in una fase precoce i pazienti affetti da BPCO o Asma bronchiale e quindi di intervenire quando è ancora possibile arrestare l’evoluzione di queste malattie.
Nel nostro Polo Diagnostico , in cui eroghiamo prestazioni di alta qualità, garantite dalla professionalità di team specializzati e da una dotazione di strumenti tecnologici avanzati che fanno oggi la differenza nel campo della diagnostica, ci occupiamo anche delle malattie polmonari con specifici ambulatori diretti da qualificati medici professionisti, e con l’offerta dell’esame spirometrico e polisonnografico.

Quest’ultimo consente una registrazione completa e dettagliata di ciò che avviene nelle ore di sonno andando a tracciare il flusso delle vie aeree, l’ossigenazione sanguigna, i movimenti del torace e dell’addome, il russamento e la posizione corporea del paziente così da fornire un quadro completo che permette al medico di intervenire nel modo più corretto nei casi di Apnee nel Sonno.