Questo mese parliamo di:

Problemi nel sonno. L’importanza della polisonnografia

Russamento, cefalea mattutina e sonnolenza diurna.
Sono questi i sintomi che dobbiamo assolutamente non sottovalutare perché potrebbero essere l’anticamera, o vere e proprie conseguenze, di apnee notturne. 

Queste ultime sono, in estrema sintesi, disturbi respiratori nel sonno caratterizzati da riduzione (ipopnea) o assenza (apnea) del respiro per una durata non inferiore ai 10 secondi e non superiore ai 3 minuti
Il metodo di rilevazione più efficace per determinare la presenza di queste apnee durante la notte è la cosiddetta polisonnografia.
Ne parliamo con il dottor Piero Paggi, pneumologo della Casa di cura Villa dei Pini.

Cosa comportano le apnee notturne?

Fondamentalmente una frammentazione del sonno con abbassamento della qualità del nostro recupero notturno da cui deriva una ridotta qualità delle nostre attività diurne, con sonnolenza diffusa, ridotta concentrazione, cefalee soprattutto in mattinata, perdita di memoria, disturbi sessuali, e altre conseguenze.

Come possiamo capire se soffriamo del disturbo delle apnee notturne?

L’esame migliore e più efficace è quello della Polisonnografia di screening.

In che consiste?

La Polisonnografia di screening è un esame semplice, indolore, eseguito a domicilio dal paziente che monitorizza con sensori e un registratore i principali parametri respiratori durante il sonno. L’esame consiste nell’applicazione, all’altezza del cuore, di un piccolo registratore collegato a due sensori di respiro (una cannula al naso e una placca alla bocca), un sensore per la saturimetria al dito e due bande elastiche alla regione toracica e alla regione addominale per i movimenti respiratori.

Che cosa è possibile rilevare con questo strumento e con questo esame?

L’esame rileva il numero, le caratteristiche e la durata delle eventuali apnee o ipopnee. E poi il livello di saturazione di ossigeno nel sangue, la frequenza cardiaca, i movimenti respiratori toracici e addominali, la posizione del corpo e l’intensità del russamento.
Quindi un esame che ci consente di fare uno screening completo delle condizioni del paziente durante il sonno e di prendere tutti i dovuti provvedimenti per affrontare le eventuali criticità.

Presso la Casa di cura Villa dei Pini eroghiamo esami di polisonnografia ad un prezzo accessibile e con attese veramente ridotte per effettuare l’esame e per la successiva refertazione.  

Piero Paggi
Piero Paggi Pneumologo